Navigare Facile

La Storia di Roccarainola

Origini di Roccarainola

Storicamente possiamo dire che Roccarainola risalirebbe ai primi anni del XIV secolo quando il feudatario Martino II riunì il proprio potere in due: quello di Roccarainola e quello di Fellino. Su questo territorio esistono testimonianze remote dove inizialmente il comune di Roccarainola era composto da altri quattro comuni. Le primissime tracce lasciate dall'uomo risalirebbero però al paleolitico superiore con le stazioni del Riparo di Fellino e della Grotta di Roccarainola.

Da prima dell'Impero romano sono stati ritrovati reperti sannitici, mentre del periodo romano risalirebbero tracce importanti che si possono trovare nella presenza di piccoli e numerosi nuclei abitati collinari e subcollinari nelle località di: Maimano (Maimanum), Puzano (Puteanum) e Veccio (Vettium).

I reperti ritrovati si riferiscono a tombe, monete, manufatti lapidei e l' importantissimo acquedotto delle Fontanelle, oltre naturalmente ad altri reperti.

Passando all'Alto Medioevo e comprendendo anche il XIV secolo si conoscono diversi documenti circa una quarantina, che attribuirebbero la presenza di Roccarainola nei periodi bizantini e longobardi.

I casali presenti in questo lungo periodo sono numerosi e tra questi possiamo citare: Casale Fellino, Sasso, Boccabocca, Barcano, Mediana, Materno, Urbano, Gargani, Ravinula, Puzzano, Maimano ed altri ancora.

Durante il secondo periodo quello bizantino; vengono eretti due castelli: Il Roccarainola e quello di Fellino detto 'La Castelluccia'. A queste due fortezze corrispondono i feudi che poi si succederanno numerosi, fino al 1665 quando il feudo di Roccarainola passerà alla famiglia Mastrilli fino a quando nel 1806 vierrà abolita la feudalità da parte di Giuseppe Bonaparte.

 

Dove